domenica 3 marzo 2013

I baby monitor servono realmente?

Una delle preoccupazioni che assillano le neomamme al ritorno dall'ospedale con il loro fagottino è "Sentirò il mio piccolo piangere la notte? Ce la farò a svegliarmi?". D'altronde non siamo abituate a svegliarci in piena notte per il pianto di un bebè e non siamo mai state così stanche da crollare nel sonno. Per fortuna, in questo caso, la tecnologia ci è amica e ci viene incontro, offrendoci i baby monitor.

A cosa servono dunque i baby monitor e quali features offre il mercato?
I baby monitor sono dei dispositivi che ci permettono di tenere sotto controllo il bambino, sia quando è sveglio e gioca in cameretta senza la supervisione di un adulto, sia quando dorme.

Possiamo trovare in vendita prodotti di diverse marche con molteplici funzioni. Proviamo ad analizzarle.
I dispositivi più semplici, composti da unità fissa di trasmissione bambino e unità di ricezione mobile genitori, offrono la sola funzione audio, ovvero trasmettono esclusivamente i rumori provenienti dalla stanza in cui è situata l'unità fissa, oppure possono essere sia audio che video e, oltre ai rumori, inviano all'unità di ricezione dei genitori anche il video del bambino.

Alcuni monitor sono composti da tre unità, oltre alle due standard hanno un materassino con sensore di movimento respiratorio, da posizionare sotto il materasso del lettino che in caso di assenza per 20 secondi di movimento respiratorio avverte i genitori con un allarme al fine di un tempestivo intervento. 

 Infine l'ultima novità tecnologica arriva dal mondo degli smartphone che, con il download di un app e l'aggiunta di un'unità di trasmissione (tablet o videocamera), possono ricevere il video del proprio bambino direttamente sullo schermo.
Oltre alle caratteristiche sopra descritte i baby monitor possono essere provvisti di:
- Luce notturna
- Indicatore di temperatura e di umidità
- Riproduzione di messaggi registrati
- Radio
- Trasmissione voce
- Design accattivante 
E' importante ricordare che i baby monitor sono consigliati per la prevenzione della SIDS, la sindrome della morte improvvisa del lattante.

Cosa vi posso dire della mia esperienza diretta? Bhe anch'io ho acquistato un baby monitor, nello specifico ho comprato Angelcare della Foppapedretti, un ottimo prodotto, composto dalle tre unità sopradescritte, completo di luce notturna, indicatore di temperatura e un design, a mio parere, molto carino. Da quando é nata la mia prima figlia lo accendo tutte le notti, non perché non le sento, ma perché così sono sicura di svegliarmi sempre fin dal primo gemito. Con Angelcare in funzione posso permettermi di uscire in giardino a giocare con Ginevra mentre Carolina dorme e rientrare solo per effettiva necessità.
Riassumendo direi che noi mamme abbiamo mille risorse e che, anche se siamo stanche ed assonnate, per il nostro bimbo ci siamo sempre e sempre lo sentiremo, ma se possiamo farci dare una mano da una tecnologia così ben strutturata l'accettiamo volentieri.