venerdì 29 marzo 2013

Il Sacco Nanna, mai più scoperti di notte

Quest'inverno che non ci vuole lasciare mi offre uno spunto per parlarvi di un nostro compagno d'avventure notturne... il Sacco Nanna.

Ginevra è nata in pieno inverno e fin da piccina di notte non stava mai sotto le coperte al calduccio, ogni volta che andavo a vedere se dormiva era totalmente fuori dalle lenzuoline del suo lettino e così ho cominciato a pormi il problema di riuscire a mantenerla calda e ho cominciato la mia ricerca nel meraviglioso mondo di informazioni che la rete di offre. Sono capitata in un forum in cui altre mamme avevano il mio, e forse anche il vostro, dilemma "Come fare a tenerla al caldo se continua a scoprirsi?". Ed ecco la soluzione, il Sacco Nanna!

giovedì 28 marzo 2013

Torta all'ananas per il ritorno di Papà

Come dicevo nel post Papà sta Tornando! Ecco le foto della Torta all'Ananas che abbiamo preparato per il ritorno del Papà! Le foto non sono splendide (avevo 2 affamati che scalpitavano), ma vi assicuro che la torta è finita in un batter d'occhio e l'ha mangiata anche Ginevra! Ecco la ricetta.
Ingredienti:
150 gr di farina
150 gr di zucchero
100 gr di gradina (se preferite burro)
2 uova
1 scatola di ananas sciroppato a fette
1/2 bustina di lievito per dolci
Preparazione:
Sbattere i tuorli con lo zucchero, far fondere la gradina a bagnomaria o nel microonde e aggiungerla ai tuorli, aggiungere farina, mezzo bicchiere di succo d'ananas, le chiare montate a neve e infine mezza bustina di lievito (circa 8 gr). Vi verrà un composto omogeneo, ma un poco liquido. Ora ricoprite di carta da forno la tortiera, cospargete il fondo con zucchero di canna e adagiatevi sopra le fette di ananas e infine ricoprite con il composto.
Infornate in forno già caldo per 10 minuti a 200 gradi e poi per i successivi 30 minuti a 180 gradi. Sfornate, lasciate raffreddare un attimo e capovolgetela sul piatto da portata. Lo zucchero di canna cosparso sul fondo della tortiera si sarà caramellato sulle fettine di ananas. Gnam!

8 regole per una blogger mamma

Prendo da Jeff Bullas alcuni consigli per la scrittura di un blog! Le regole di Jeff sono 8 e si possono applicare ad ogni figura di blogger, ma io essendo una blogger mamma, ho pensato che fosse carino prendere spunto dalle sue regole e plasmarle per la figura di una blogger mamma!

Quando si parla di blog tutti sappiamo che è il contenuto a farla da padrone e che aggiornarlo è di importanza fondamentale.
Ma come muoversi quando si ha nelle mani una tale responsabilità?

Circondati da figli è davvero difficile riuscire a scrivere qualcosa in tutta tranquillità. Bisognerebbe riuscire a sviluppare alcune buone abitudini di scrittura anche se ci si trova nel mezzo del caos familiare.

Ecco alcuni consigli per essere produttivi quando si scrive, anche se c’è sempre qualcuno che bussa alla porta!

mercoledì 27 marzo 2013

Serve il Pappa Calda?


Altra giornata uggiosa, ma noi siamo sempre speranzosi, prima o poi la primavera arriverà e quindi dobbiamo prepararci per uscire con i bimbi, per fare delle passeggiate, per andare al parco, per andare in campagna... e se siamo in giro e lontani da casa e il nostro piccolo deve bere il latte oppure deve mangiare la pappa? Come si fa? Non possiamo tornare a casa, rischieremmo di buttar via l'intera giornata di sole primaverile e ciò non deve accadere, i nostri bimbi hanno bisogno di stare all'aria aperta e anche a noi mamme fa bene uscire un po' di casa. E allora cosa possiamo fare? Ecco io consiglio di comprare un thermos, per tenere al caldo sia i cibi solidi, sia i biberon di latte.
Quasi tutte le marche che trattano prodotti per bambini, ne hanno almeno uno nel loro catalogo, proviamo a vederne alcuni.

martedì 26 marzo 2013

Papà sta tornando!

Eccoci qui a raccontare com'è andata il resto della giornata di ieri senza papà!La prima parte la trovate qui. La serata l'abbiamo passata dalla nonna e dal nonno! E così le 2 piccole pesti si sono divertite a perdifiato, la grande a correre dietro a nonno e la piccola a gattonare in cerca di qualcosa da metter in bocca... e io mi son anche rilassata un attimo e mi son mangiata i mitici involtini della nonna. Prima di venir via, sono state tutte e due infagottate e nel tragitto da casa della nonna a casa nostra Carolina è crollata! La notte è trascorsa tutto sommato tranquilla, verso le 02.00 finalmente sono crollate nel sonno più profondo e han dormito fino a stamattina.
La giornata di oggi è trascorsa felicemente, seppur ci tocca star segregate in casa, un po' per il tempo e un po' perchè son ancora malaticce, ma qualcuno benedisca chi ha inventato l'aerosol, l'unico modo per far passare la tosse alle due pesti!
E per stasera, per il ritorno di papà, la mamma ha preparato una buona torta! E nel prossimo post metterò ricetta e foto!

lunedì 25 marzo 2013

Noi speriamo che ce la caviamo!

Oggi papà è partito per Roma, starà via due soli giorni, ma per noi quattro probabilmente sarà difficile... è la prima volta da quando è nata Carolina che ci dividiamo, finora era sempre tornato a casa a dormire... l'ultima volta che era capitato io e Ginevra eravamo andate dalla nonna, portandoci dietro mezza casa, ma questa volta sarebbe stato troppo un delirio e così abbiamo deciso di stare a casa.
Come si comporterà Ginevra quando dopo la solita tarda ora papà non sarà ancora rientrato?

domenica 24 marzo 2013

Giornate FAI - 23 e 24 marzo

Uscire di casa per un appuntamento speciale, che coinvolge il cuore e la mente. “Invadere” per una volta le città e sentirsi parte di una collettività che si riconosce nella cultura del nostro PaeseVivere l’esperienza di tante storie diverse che raccontano un’unica grande storia, la nostra, attraverso capolavori dell’arte, ambienti meravigliosi e luoghi apparentemente familiari eppure sorprendenti. E “riconoscersi tra sconosciuti” grazie a questi sentimenti comuni, stati d’animo che ci fanno sentire più vicini gli uni agli altri. 
Questo è lo spirito che anima chi partecipa alle due giornate del FAI. In questo weekend è possibile visitare splendide ville, incantati castelli, antiche chiese, storici musei.

Purtroppo quest'anno non abbiamo potuto partecipare, in primo luogo perchè le bimbe hanno una tosse da far paura, in secondo luogo per tutto il weekend il tempo non é stato dei migliori. Voi siete riusciti a visitare qualche località? Dove siete andati di bello?

venerdì 22 marzo 2013

22 Marzo - World Water Day

"Anno Mondiale per la Cooperazione Idrica". Oggi è la Giornata Mondiale dell'Acqua e il focus di quest'anno è basato sulla cooperazione.
Riporto uno stralcio di quanto potete trovare sul sito dell' organizzazione mondiale per l'acqua.

"La realizzazione di bisogni umani fondamentali, il nostro ambiente, sviluppo socio-economico e la riduzione della povertà sono fortemente dipendenti dalle acque.

Ancora febbre!

Carolina stava bene, ma non riusciva ad addormentarsi da sola nel suo lettino, era già un segno che qualcosa forse non andava, e infatti dopo solo mezz'oretta di una nanna tra lamenti vari era sveglia e con un pianto più che disperato. Era bollente e le sue belle pomelle ciccione erano rosso fuoco... il responso a prima vista "Cavolo, ha la febbre!, ma come mai?".
Perchè aveva la febbre? Con questo tempo incerto mi guardo ben bene da uscire in giardino o in macchina, ma soprattutto se lo facciamo ci copriamo in modo adeguato, ma Carolina aveva comunque la febbre! Aveva ben 38.5°, a questo punto mi son detta "Si sarà ancora ammalata? Avrà mal di gola o saranno solo i denti?".
La mia pediatra consiglia di non dare tachipirina finchè la febbre non supera i 38°, perchè è facile scambiare per febbre, soprattutto alla prima esperienza (quanti ricordi con le prime febbriciole di Ginevra, ero sempre preoccupata che fosse malata), un rialzo termico, che può esser causato da diversi fattori, una corsa, un gioco troppo esagitato, un pianto prolungato. E se il termometro ci conferma che è febbre? Anche in questo caso dobbiamo valutare il risultato dato dal termometro. Se abbiamo usato un termometro rettale, dobbiamo togliere 0.5 punti, se la misuriamo sotto le ascelle, il risultato del termometro sarà quello effettivo e per esperienza personale sconsiglio i termometri ad infrarossi, non confermano mai lo stesso valore.
Ma torniamo a noi, dopo un'intera nottata sul divano con Carolina piangente e 38.5° di febbre, la sitiuazione era ormai ben definita, eravamo ancora nel tunnel delle malattie invernali. Quest'inverno è stato tragico, si saranno ammalate almeno 6 volte, siam partite con la malattia "Bocca, Mani, Piedi" ad Ottobre e a fine Marzo siamo ancora in ballo! Ma per fortuna dopo una giornata e mezza, la febbre è scesa, lasciandoci solo un bel raffreddorino, che ovviamente è stato passato anche a Ginevra, stavolta è andata bene e chissà che forse l'inverno è finito e con esso per quest'anno possiamo dire addio a tachipirina ed antibiotici?

mercoledì 20 marzo 2013

Buona Primavera a Tutti

Stamattina alle ore 11.02, mentre qui il cielo era grigiastro e cadevano alcune gocce di pioggia è iniziata la Primavera 2013! 
Auguro a tutti voi un buon inizio di Primavera, sperando che questo tempo freddo e triste finisca e finalmente arrivino le belle giornate calde e con un bel sole splendente!
E finalmente sbocceranno anche i tulipani del mio giardino!

Serve realmente il Cuoci Pappa?

Ci stiamo ormai avvicinando al primo giorno di svezzamento e le nostre domande sono "dovrò comprare il Cuoci Pappa?", "Serve realmente?", "Non mi basta il frullatore ad immersione?". Ebbene sì, il Cuoci pappa è un utile robot da cucina per lo svezzamento! Una volta presa confidenza lo si usa praticamente tutti i giorni.
Il Cuoci pappa permette di cucinare in maniera sana e naturale la pappa per il bambino, unendo facilità e velocità in un unico prodotto.
Ma andiamo nel dettaglio, cosa ci permette di fare il cuocipappa e quali prodotti ci offre il mercato?

martedì 19 marzo 2013

Eventi per la Festa del Papà

E' la Festa del Papà e in giro per l'Italia sono stati organizzati eventi per festeggiare papà e figli. Ecco una veloce rassegna:
  •  A Como al Museo con Papà.
 I Musei Civici e l’assessorato alla Cultura del Comune di Como organizzano due laboratori in occasione della Festa del Papà. Sabato 23 marzo 2013 presso il Museo Archeologico dalle ore 15.00 alle ore 16.00, Mille tessere, mille colori, laboratorio creativo per papà e bambini dai 4 ai 6 anni con prenotazione obbligatoria. Si sperimenterà l’antica arte del mosaico per creare splendide e coloratissime decorazioni!

Zeppole di San Giuseppe

Oggi per la festa del papà, abbiamo preparato le Zeppole di San Giuseppe! Non sono difficili da preparare, ci vuole solo un po' di tempo e tanto olio per friggerle! Ecco la ricetta e gli ingredienti:
Per le zeppole:
  • 9 uova
  • 200 g di burro
  • 300 g di farina
  • 10 g di sale
  • olio per friggere di arachide (o di girasole)

giovedì 14 marzo 2013

Lavoretto per la Festa del Papà

L'anno scorso Ginevra per la festa del papà aveva solo 16 mesi ed essendo così piccina abbiamo potuto fare solo un biglietto d'auguri con la sagoma della sua manina ricalcata, e devo dire che é già stato un successo, non stava ferma un attimo, voleva guardare a tutti i costi cosa stava facendo la mamma, vi lascio immaginare che cinema, io che le dicevo di star ferma che dovevamo preparare un regalo per papà e lei che toglieva la mano per controllare.
Per quest'anno ho in mente tante idee, Ginevra è più grandicella e dovremmo riuscire a creare qualcosa di più corposo per il nostro papino, ovviamente anche quella birbante di Carolina partecipa ai preparativi, il suo ruolo preferito consiste nel rubare e nascondere gli arnesi da lavoro! :D

Qualche giorno fa abbiamo acquistato dei pannolenci che saranno l'elemento base del regalo, il mio ruolo nel terzetto è il taglio e il cucito, nel taglio me la cavo :D, ma nel cucito sono veramente alle prime armi! Quando le piccole dormono nel pomeriggio io mi diletto nel punto erba e nel punto a festone. Ginevra ha scelto i colori, blu e rosso, i suoi preferiti! Carolina ha scelto, per lei, i rimanenti colori!
Abbiamo trovato anche una bella scatoletta per confezionare il regalo, Ginevra e Carolina stanno preparando dei disegni per ricoprirla e io sarò l'addetta alla colla.
Per ovvi motivi, (papà legge il blog), non posso per ora postare le foto del work in progress, ma martedì prossimo vi mostrerò il risultato finale.

lunedì 11 marzo 2013

Pannolenci & Co - Proviamoci!

È cominciata una nuova avventura, stamattina siamo andate in un piccolo negozietto di paese a comprare dei pannolenci, ho letto il loro versatile utilizzo in tantissimi blog, navigando di qua e di la ed è scaturita in me la voglia di cimentarmi nel taglio e cucito. Non sono mai stata brava in queste cose, ho sempre portato a rammendare vestiti alle nonne di Ginevra e Carolina, ma ora voglio tentare questa impresa, penso che sia così infinitamente bello poter creare qualcosa per le proprie bimbe e con questa motivazione credo, o forse spero, di potercela fare!
Ce la farò? Che ne dite?
Per ora nella valigetta del cucito abbiamo cinque pannolenci di colore giallo, rosso, blu, rosa e bianco e quattro spole di colore, verde, rosso, nero e bianco. Nella valigetta attrezzi abbiamo la colla a caldo.
Però ora mi chiedo, con che cosa posso fare l'imbottitura? Stamattina non ho pensato all'imbottitura, cosa devo prendere? e cosa posso usare per ovviare alla mancanza temporanea?
Nei blog che leggo, ho trovato un bellissimo Pingu, una corona delle fate e addirittura una pochette in feltro, ma per la sottoscritta sono veramente troppo difficili... Che cosa posso provare a fare? Avete delle idee semplici da consigliarmi?

venerdì 8 marzo 2013

Come inserire la domanda di maternità nel sito INPS

Qualche giorno fa ho letto un commento su Facebook in cui una mia amica diceva che non avrebbe augurato neppure al suo peggior nemico di dover usare il sito dell'Inps per inserire la domanda di maternità e così essendoci passata già due volte ho pensato di scrivere questo post.

mercoledì 6 marzo 2013

Papà, AUGUUUUURI

Oggi é il compleanno di Papà! Non sembra vero ma un altro anno é passato, l'anno scorso ero incinta all'ottavo mese con un pancione enorme e oggi Carolina ha già quasi un anno e parlocchia felicemente!
Per stasera, sperando che papà riesca a tornare a casa presto, io e le piccole abbiamo organizzato una piccola festicciola in famiglia e nel pomeriggio prepareremo una super torta. Ginevra non vede l'ora di metter le mani nell'impasto, é tanto brava nel paciugarsi le mani, ed è tutta mattina che canticchia a modo suo 'Tanti Auguri Papà'!

martedì 5 marzo 2013

Mamma, Io mangio da SOLA!

Giornata storica per lo "svezzamento" di Ginevra! Alla veneranda età di 2anni mia figlia questo mezzogiorno finalmente si é decisa a mangiare da sola! Seduta sulla sua sedia, con il suo piatto di maccheroncini al ragù, e sottolineo ragù, prende la sua forchettina, mi guarda e mi dice "Mamma, Io da SOLA".  Entusiasmata da quello a cui finalmente stavo assistendo, ho preso l'iPad e ho cominciato a farle un video, non per paura di dimenticarmi del momento, ma per farlo vedere a marito e nonne increduli per il grande passo avanti della nostra piccola

domenica 3 marzo 2013

I baby monitor servono realmente?

Una delle preoccupazioni che assillano le neomamme al ritorno dall'ospedale con il loro fagottino è "Sentirò il mio piccolo piangere la notte? Ce la farò a svegliarmi?". D'altronde non siamo abituate a svegliarci in piena notte per il pianto di un bebè e non siamo mai state così stanche da crollare nel sonno. Per fortuna, in questo caso, la tecnologia ci è amica e ci viene incontro, offrendoci i baby monitor.

A cosa servono dunque i baby monitor e quali features offre il mercato?
I baby monitor sono dei dispositivi che ci permettono di tenere sotto controllo il bambino, sia quando è sveglio e gioca in cameretta senza la supervisione di un adulto, sia quando dorme.

venerdì 1 marzo 2013

Quando si sente per la prima volta muovere il bambino?

Non si può fissare il momento preciso in cui le mamme sentono il proprio bambino, ma possiamo dire a grandi linee che dalla 14esima settimana di gravidanza è possibile accorgersi di piccoli movimenti all'altezza del basso ventre. Questi movimenti possono esser scambiati per in nostro intestino in subbuglio, ma se si ascoltano sono come un continuo scoppiare di bollicine. Alla mia prima gravidanza non sono riuscita a sentire queste bollicine nella pancia, probabilmente per la mia "inesperienza" e ho sentito il primo calcetto solo alla 19esima settimana, invece nella seconda sono riuscita a sentire ben distinte le famose bollicine già alla 15esima settimana!
L'emozione che si prova è indescrivibile....è la vita che dentro di te sta crescendo e a modo suo ti dice "Ciao Mamma, mi senti? Si sta bene qui dentro!".

La collanina d'ambra

La mitica collanina d'ambra, e sottolineo mitica nel suo significato di illusorio, utopistico, perché non sappiamo veramente se attraverso questa collanina i nostri piccolini hanno dei concreti benefici. 
É vero é provato che l'ambra ha poteri terapeutici, funge da analgesico e antinfiammatorio, ma i nostri piccoli effettivamente non ci possono comunicare che dal momento in cui hanno indossato la collanina sono stati meglio. Non é forse che siamo noi mamme che compriamo le collanina illudendoci di alleviare i dolori dei nostri bimbi? 
Cosa ne pensate delle collanine d'ambra al collo dei vostri piccoli? 
Io sinceramente non ci credo più di tanto, e non ho comprato le collanine alle mie bimbe, anche perché ve lo confesso ho una paura assurda che si possano far male durante la nanna.